A più di trent’anni dalla costituzione, la Fondazione De Gasperi conserva intatti i principi fondanti che ne hanno caratterizzato la nascita e il significato storico che ne indirizza il cammino. Il portato ideale dell’intuizione e dell’impegno di Alcide De Gasperi, padre della ricostruzione democratica dell’Europa post-bellica, rappresenta oggi la cifra di quell’europeismo concreto di cui siamo eredi e verso cui volgere orgogliosamente lo sguardo.

“L’attuazione di tale idea – dichiarava De Gasperi nell’ottobre del ‘47 all’Assemblea Costituente, con riferimento all’unione degli Stati europei – sarà lenta, ma essa costituirà la speranza dell’avvenire”. L’Europa di oggi vive un punto di svolta fondamentale: se non farà proprie, coerentemente con la tradizione culturale che ne ha ispirato la nascita a partire dalle radici giudaico-cristiane e greco-romane, questioni come la centralità della persona e della famiglia, l’attenzione ai temi del lavoro e della solidarietà, corre il rischio di uscire dalla rotta tracciata dai padri fondatori. La Fondazione, pertanto, intende sviluppare la propria attività nella diffusione del pensiero degasperiano come faro che illumini quella strada. Nessun singolo paese dell’Unione può avere un futuro da protagonista nel mondo globalizzato al di fuori di un’Europa forte e coesa.

In questo percorso di divulgazione e conoscenza, i giovani saranno protagonisti. L’attività della Fondazione De Gasperi rappresenta una guida culturale e un punto di riferimento saldo nella formazione storica e politico-istituzionale dei giovani europei. Il loro spirito di appartenenza e il desiderio di cittadinanza globale sono la testimonianza più evidente e incoraggiante che il sogno europeo di De Gasperi, che non vide realizzarsi in vita, è patrimonio delle nuove generazioni dei cittadini dell’Unione.
Il 19 agosto del prossimo anno ricorre il 60esimo anniversario della sua scomparsa. Le celebrazioni, alle quali la Fondazione dedicherà un significativo programma di iniziative, saranno impreziosite dal semestre di presidenza italiana dell’Unione europea: concomitanza straordinaria che assegna al nostro Paese una responsabilità di rilievo nella costruzione dell’edificio politico europeo.
La Fondazione opererà a partire da queste premesse, memore e testimone dell’insegnamento politico e morale e della lungimiranza di un grande padre dell’Italia. Che in un tempo lontano, prima del meritato riconoscimento della storia, sentiva già l’Europa come sua patria.

Angelino Alfano

Presidente Fondazione De Gasperi