PER SALVARE LA SINISTRA GUARDATE AL LABOUR PARTY BRITANNICO

RACHEL SHABI | AL-JAZEERA | 10 GIUGNO 2017 Gli inaspettati risultati delle elezioni britanniche della scorsa settimana sono un segnale importante per i movimenti politici di sinistra in Europa e USA. Il partito laburista britannico non ha vinto, ma nessun partito ha avuto abbastanza sedute per formare una maggioranza e governare il Paese. Contro tutte […]

DONALD TRUMP’S INSULT TO HISTORY

NYT Editorial Board | New York Times | 31 Maggio 2017 Le placche tettoniche dell’Europa si stanno spostando, e il presidente Trump è al centro di tale cambiamento. Le recenti parole di Angela Merkel hanno reso chiaro che gli Stati Uniti non sono più il partner affidabile su cui il suo Paese e l’Europa hanno fatto a […]

UN IMPERIALISTA TEDESCO HA APERTO LA STRADA ALLA CINA PER RIANIMARE LA VIA DELLA SETA

I. M. Sala | Quartz | 13 Maggio 2017 Per secoli e infiniti sentieri, i popoli hanno fatto avanti indietro dall’Europa e dall’Asia portando con sé religioni come il buddismo, il cristianesimo e l’islam; beni come la porcellana, vestiti e pigmenti; e anche la peste. Questi scambi culturali e commerciali sono stati fatti per secoli […]

BEHIND CHINA’S $1 TRILLION PLANE TO SHAKE UP THE ECONOMIC ORDER

J. Perlez, Y. Huang | The New York Times |May 13, 2017 Nel Laos numerosi ingegneri cinesi stanno costruendo migliaia di tunnel e ponti per collegare 8 stati asiatici: valore del piano, 6 miliardi di dollari. Inoltre, i contanti cinesi stanno foraggiando la costruzione di centrali elettriche in Pakistan, per un investimento di 46 miliardi. Ancora, gli […]

FIVE REASONS WHY MACRON WON THE FRENCH ELECTION

Becky Branford | BBC News | 09/05/2017 Emmanuel Macron ha innescato un terremoto politico nella politica francese. Solo un anno fa era membro del governo al fianco di uno dei presidenti meno popolari della storia francese ed ora, a 39 anni, è stato eletto Presidente della Francia. Vediamo i cinque motivi che hanno portato Macron a […]

DA INSIDER AD OUTSIDER, ROUHANI VINCE LE ELEZIONI IRANIANE E APRE AL RIFORMISMO

Oltre 40 milioni di elettori ed un nome: Hassan Rouhani. L’Iran ha scelto un clerico moderato per la guida del Paese e non era per nulla scontato. Già, perché il risultato delle elezioni è stato incerto sino all’ultimo e il confronto fra i due competitors, Rouhani appoggiato dai moderati da una parte e Raisi con […]

LA TELEFONATA DEL DISGELO

La telefonata del disgelo – È la prima volta dall’attacco missilistico degli Stati Uniti alla base siriana di Al Shayrat: Trump e Putin si sentono telefonicamente. Al centro del colloquio la Siria e la Corea del Nord ma, soprattutto, i due hanno gettato le basi per un prossimo incontro. Il primo faccia a faccia potrebbe svolgersi […]

IL GAME CHANGER IRANIANO

In inglese si definisce “game changer” una persona o una cosa che influisce in maniera significativa sul risultato finale di un processo. Nelle elezioni iraniane il game changer è stato, senza dubbio, il Consiglio dei Guardiani. Formato da 6 teologi e 6 giuristi, il Consiglio ha il compito di verificare la conformità delle deliberazioni parlamentari […]

SUICIDIO E TRAMONTO DELLA QUINTA REPUBBLICA

Le elezioni presidenziali del 2002 furono considerate una sorta di “11 settembre” politico per la Francia: tuttavia in quel caso il Presidente gollista Chirac riuscì ad arginare il fenomeno elettorale e mediatico del Front National grazie ad una vittoria schiacciante al secondo turno, facendo tirare un sospiro di sollievo all’Europa intera. Lo spettro dell’ondata populista ed estremista sembrò allontanarsi. In […]

DOPO L’ATTACCO IN SIRIA, COSA RESTA DELL’ONU?

Era chiaro da tempo a molti che la presidenza Trump avrebbe cambiato lo scacchiere geopolitico, ma in pochi avrebbero potuto dire che ciò sarebbe passato attraverso un confronto con la Russia. Forse, il nuovo scenario geopolitico che ci eravamo immaginati prevedeva una nuova fase nei rapporti tra USA e Putin, una sorta di nuovo restart […]