“Il nostro mondo ha fatto del Movimento un imperativo universale. E se la vita è evoluzione, se l’economia è crescita, se la politica è progresso, allora tutto ciò che non si trasforma deve sparire”. È questa la critica di fondo ai tempi moderni intorno alla quale si sviluppa il libro “Dimora”, di François-Xavier Bellamy. Un libro che apre nuove prospettive di riflessione sugli attuali cambiamenti che stanno avvenendo – in maniera rapidissima – in tutto il mondo. Ma in particolare nel nostro spicchio di mondo: l’Occidente.

Cambiamenti che, attraverso mille e più nuovi modelli incentrati sull’ormai paradigmatico fast (rapido) e now (ora), stanno rendendo frenetiche le nostre vite. In questo quadro, l’analisi François-Xavier Bellamy mette dunque in evidenza la necessità, il bisogno di riscoprire una dimora, un punto fermo, un baluardo dell’io dal quale partire e a cui tornare. Ossia “un luogo da abitare dove ci possiamo ritrovare, un luogo che diventi familiare, un punto fisso, un riferimento intorno al quale il mondo intero si organizzi”.

Di questo parleremo dunque al tour di presentazione del libro, per il quale, come Fondazione De Gasperi, vi aspettiamo per la prima tappa il 26 febbraio 2020 alle ore 18.00 presso la sede della Fondazione, in via del Governo Vecchio 3, Roma.

Vi aspettiamo numerosi!