Martedì 14 Giugno 2016 si è svolto, presso la sede dell'IILA, un convegno a porte chiuse con a tema i rapporti tra il Vecchio continente e il mondo latinoamericano. L'evento, promosso dalla Fondazione De Gasperi in collaborazione con l'Istituto Italo Latino Americano e l’Istituto Cervantes, ha messo attorno al tavolo i principali protagonisti delle relazioni politiche, diplomatiche ed economiche tra i vari paesi delle due aree, così da rinnovare e restituire slancio ad un rapporto storicamente privilegiato e conveniente in entrambi i versi.

Il presidente della Fondazione De Gasperi, Angelino Alfano, ha espresso il suo entusiasmo per l'evento, che ha raccolto e rilanciato le intuizioni dello statista trentino espresse nel celebre discorso all'Union Panamericana del 1952. L'Europa, ha sottolineato il presidente Alfano, deve conservare gli insegnamenti dei padri fondatori, perché mai come ora si trova di fronte a un bivio: pace e libertà non sono scontate, vanno riconquistate ogni giorno. Una delle migliori basi per costruire la pace, del resto, è proprio l'interscambio commerciale, aiutato in questo caso da un'affinità storica e culturale testimoniata anche solo nel carattere "latino" dei soggetti in gioco.

Rodriguez Diaz, ambasciatore del Venezuela, ha ripreso la figura di De Gasperi, raccontando della commozione provata nel 1952 quando l'allora Presidente del Consiglio italiano disse che tutto deve farsi attraverso la paziente applicazione delle idee democratiche, con senso costruttivo e rispetto della libertà e della sovranità dei popoli. Idee che permettono di realizzare l'auspicio di Papa Francesco, ossia di abbattere le barriere che separano i popoli, senza l'uso delle armi o di altri strumenti di divisione.

Adriana Rivas Franchino, ambasciatrice del Perù, ha sottolineato la necessità di condividere non solo gli aspetti commerciali, ma anche la lotta all'insicurezza, che accomuna il mondo globalizzato e interconnesso in cui viviamo.

Tanti altri interventi di personalità del mondo sudamericano e italiano hanno offerto il loro interessante contributo in una giornata ricca e intensa, nella quale sono state gettate le basi per un rapporto sempre più intenso e proficuo.